venerdì 22 maggio 2015

Una applicazione per conoscere frutta e verdura di stagione.

L' app di oggi Naturmia, di cui vi abbiamo già parlato circa 3 anni fa, si occupa di alimentazione ma in maniera particolare.Infatti approfondisce la disponibilità naturale di  frutta e verdura  con l' obiettivo di un consumo sempre più a km zero.

Avevamo parlato di qualcosa di simile  con fresh fruit ma qui abbiamo più informazioni  da analizzare .
Il menù  ci permette 3 opzioni :

1) cercare un tipo di frutta o verdura precisi di cui si possono approfondire caratteristiche, apporto nutrizionale, conservazione e reperibilità durante l'anno .
2) scegliere il mese e conoscere  la disponibilità di quello che realmente offre la natura veramente senza forzature.

3) conoscere grazie alla geolocalizzazione quali siano i mercati biologici più vicini al luogo dove ci troviamo.

Il punto di forza è poter usarla per  giocare con i bambini e fargli approfondire la produzione del periodo 
dell' anno che si sta attraversando, potendo evidenziare la disponibilità dei cibi senza consumare quelli trasportati per migliaia di km .

Se fosse possibile  sarebbe divertente avere anche di ogni alimento l' apporto in vitamine e minerali ma i dati   da analizzare sarebbero  forse troppi  .

È disponibile gratuitamente su Apple store, e potete anche visualizzare le informazioni sul sito buon divertimento!

giovedì 21 maggio 2015

Piselli: valori nutrizionali e come cucinarli.

I piselli fanno parte della famiglia dei legumi e si possono consumare sia freschi che secchi nonché surgelati o in scatola. Sono un ottimo alimento perché ricchi di carboidrati, quelli freschi ne contengono il 6% mentre quelli secchi il 50%. Le proteine sono presenti circa per il 6% in quelli appena raccolti e un 22% nel secchi.
I valori contenuti in quelli surgelati sono lievemente inferiori a quelli freschi.
Un discorso a parte va fatto per quelli in scatola che nella maggior parte dei casi vengono precotti e quindi perdono una buona parte dei nutrienti.
Il nostro consiglio è di consumarli freschi in primavera, quando vengono solitamente raccolti, al fine di poter beneficiare al massimo delle loro proprietà.
Sono inoltre una buona fonte di fibre insolubili che aiutano a regolare le funzioni intestinali e di quelle solubili che mantengono bassi i livelli di glucosio e colesterolo nel sangue.
Sono anche ricchi di fito estrogeni che regolano lo scambio di calcio attraverso le membrane cellulari.
Contengono vitamina A, B1, B2, C e PP, sali minerali tra i quali potassio e fosforo.
Tra tutti i legumi risultano essere i meno calorici. Sono infatti molto ricchi di acqua.
Si possono consumare anche crudi anche se più comunemente vengono cotti.
La loro cottura ideale è bolliti oppure al vapore, al fine di non disperdere completamente le proprietà nutraceutiche.

Piselli per 2 persone

1 kg di piselli freschi da sgranare
1/2 cipolla
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1/2 dado senza glutammato
Un pizzico di sale
Acqua quanto basta

Mettere una padella antiaderente sul fuoco a fiamma media ed una volta scaldata aggiungere l'olio.
Una volta caldo porre la cipolla tagliata finemente e farla rosolare finché si colorisce. Fate attenzione a non farla abbrustolire altrimenti perde tutte le sue proprietà .
A questo punto versate i piselli e rimescolate finché tutti non si ungono un pochino.
Quindi copriteli con dell'acqua calda ed aggiungete il mezzo dato rimescolando di tanto in tanto.
La cottura varia in base alla dimensione, dai venti ai trenta minuti.
Sono ottimi mangiati da soli ma anche come contorno di una pietanza con base di carboidrati

martedì 19 maggio 2015

Genziana come e perché funziona come digestivo.


La pianta di oggi è la Genziana o Gentiana Lutea  fa parte delle Gentianacee ed è diffusa anche dalle nostre parti.

Droga
E' costituita dalle radici e rizomi secchi.Contengono sostanze amare, amarogentina, gentiopicroside, alcaloidi,
flavonoidi.
 
Proprietà.
Stimolante, corroborante, tonico.Proprio per queste caratteristiche nell' arco alpino è comune componente aggiunto alla grappa. 

Indicazioni.
Difficoltà digestive, stimolazione recettori gustativi e secrezione salivare, inappetenza.

Posologia
Tintura madre 30 gocce 3 volte al giorno, infuso 2 o 3 tazze mezz'ora prima dei pasti.Si trova spesso abbinata a  piante disintossicanti e digestive per esempio nell' amaro Giuliani.
 
Controindicazioni.
Ulcere gastriche, in gravidanza necessario consultare il medico.

Effetti collaterali.
Cefalee in chi è ipersensibile alla pianta.

Curiosità.
Sembra che il suo nome derivi da un re dell'Illiria Gentius che ne abbia scoperto ed apprezzato le doti curative.Nel medioevo era parte di un infuso detto Theriac che era usato per curare tutte le malattie.

lunedì 18 maggio 2015

Una farmacia su Periscope? Si, noi !

Come avrete capito, specialmente se ci seguite anche sui social, la nostra presenza online è fatta soprattutto di sperimentazione delle nuove piattaforme man mano che vengono messe a disposizione degli utenti cercando di capire quale sia l'utilizzo che una farmacia ne possa fare.
L'ultima "diavoleria" arrivata alla ribalta è Periscope che ovviamente stiamo sperimentando...

Innanzitutto cos'è Periscope?
Una applicazione per smartphone, disponibile in questo momento solo per sistema IOS cioè iphone, che permette di andare in diretta su Twitter ovunque ci si trovi riprendendo quello che si vede.E' stata comprata da Twitter sembra per una cifra di circa 100 milioni di Euro ovviamente tutta da verificare.


Differenze da Youtube?
La possibilità di usare hastag ed  immediatezza di twitter con una qualità video sicuramente più bassa e non modificabile, ma sfruttando il flusso di informazioni già immesso e visibile da tutti. Importante specialmente per chi racconta fatti di cronaca come  per esempio i disordini avvenuti nella manifestazione  no Expo a Milano e documentati live da qualche giornalista.

Opzioni di utilizzo.
Chi sta guardando può interagire con chi sta parlando tramite una chat scritta o manifestare interesse toccando lo schermo e generando dei cuoricini.
Si possono lasciare sulla piattaforma i video da vedere in un secondo momento per chi non fosse connesso nel momento del live, oppure farli "sparire" subito dopo la trasmissione.La nostra scelta è stata di lasciarli anche per chi volesse vederli dopo.

Cosa ci facciamo noi?
Per noi che viviamo sul mare è diventato abituale il buongiorno per condividere sole e spiaggia prima di entrare in farmacia, ma abbiamo raccontato pezzi di giro d'Italia, un simpatico momento di coding a #mammacheblog, un'asta del pesce di Slow fish.
Insomma cose che ci sembravano interessanti o divertenti e soprattutto brevi. Perché oltre i due minuti l'attenzione cala.
Sono anche nati con l'hastag #gemellagimarini dei video di quasi botta e risposta con Francesca Campagna
che ci regala spesso angoli della sua Isola d'Elba che fanno venire voglia di partire più di qualsiasi materiale turistico prodotto in serie volantino o video che sia... 

Cosa ci fanno gli altri?
Sicuramente chi ha grande seguito su Twitter ha più possibilità che i propri video vengano visualizzati da un grande numero di persone.  
Fiorello, Rudy Zerbi sono per esempio due tra quelli che lo stanno usando molto bene come una piccola tv.
Per esempio una cantante magari meno nota come Lidia Schillaci ne ha sfruttato al meglio immediatezza e caratteristiche ricavandosi in poco tempo un gran numero di fan e tanta attenzione.
 Seguitela su Twitter, cercate l'hastag #lidialive e godetevi lo spettacolo praticamente quotidiano.
Una delle mode dei primi giorni era riprendere il proprio frigo di casa, ora ovviamente e forse per fortuna è un po'scemata...

Conclusioni.
Insomma andate, scaricatela, se volete cercateci  e divertitevi senza porvi grandi problemi..
Magari sarete proprio voi a darci qualche suggerimento utile su cosa potrebbe fare una farmacia su Periscope!  

sabato 16 maggio 2015

Dischi parlanti: Lucille.

"Lucille non suona più": così recitano molti dei titoli che annunciano la morte di B.B. King, avvenuta tra giovedì e venerdì, nella sua casa di Las Vegas. Lucille era la sua chitarra, o forse dovremmo comunque dire "è": non credo qualcuno voglia mai appropriarsene, qualora dovesse mai essere messa in vendita. In realtà bisognerebbe parlare al plurale, perché di chitarre del cuore B.B. ne ha avute diverse, ma tutte si sono chiamate Lucille.


Ovviamente c'è una ragione, e ovviamente siamo andati a cercarla (non è poi così difficile, lo confesso). È successo tutto in Arkansas, in un locale chiamato Twist, dove King (la cosa bella è che King è il suo vero cognome) avrebbe dovuto esibirsi. Per scaldarsi – siamo negli anni Cinquanta – s'era dato fuoco a del cherosene in un barile, ma due uomini si erano messi a litigare proprio vicino al barile, facendolo rovesciare e innescando un incendio che investì tutto il locale.

Gran spavento e parapiglia, B.B. King corse a salvare la sua Gibson dalle fiamme; non tanto per i suoi trenta dollari di valore (che nel 1949 erano comunque una signorina cifra), ma per la sacertà che da sempre attribuiva al suo strumento.

Nell'incendio morirono due persone, e il giorno dopo si venne a sapere che il motivo di quella lite che scatenò tutto era una donna di nome Lucille. Da quel momento in poi, tutte le chitarre del re del blues si sono chiamate Lucille, come promemoria di quanto accaduto (e di quanto fosse sciocco mettersi a litigare per una donna).






(Nella prima foto, B.B. King in una puntata de "I Robinson", serie più-che-di-culto degli anni Ottanta. Noi figli di quegli anni ne siamo rimasti così segnati che qualche buontempone ha dedicato un intero Tumblr ai maglioni improponibili di Bill Cosby ( ).

"I Robinson", comunque, era di una banalità tanto sconcertante quanto rassicurante – e per questo, forse, ipnotica – ma resta una serie bellissima: non succedeva praticamente mai niente, ma succedeva benissimo. Per esempio, vai a un concerto, e ti porti a casa il chitarrista perché è un amico di famiglia. Quel chitarrista, che si mette a strimpellare nel tuo salotto, è B.B. King. La puntata è questa: