sabato 22 novembre 2014

Dischi parlanti: Happy Xmas.

Un intero piano della Rinascente è stato invaso - ad ottobre, e dico, ottobre - da stelle, stelline, glitter, palle in vetro soffiato, renne, ghirlande, e chi più ne ha per favore non ne metta più ché a momenti si soffoca; quindi ormai sono addirittura in ritardo a parlarvi del Natale.

Tutto questo mi causa serie difficoltà, ma uno dei modi migliori per affrontare un nemico è guardarlo dritto negli occhi e andargli incontro con un sorriso a trentadue denti, per spiazzarlo. Natale, ti sorrido; Natale, nun te temo (vi scrivo da sotto la scrivania, rannicchiata in posizione fetale).



È tutta colpa di Yoko Ono, comunque. E non parlo dello scioglimento dei Beatles, anche se tutti le danno la colpa anche di questo. Parlo di una cosa ben più grave: è colpa di Yoko se io son qui a parlarvi del Natale con un mese d'anticipo.


Il nesso tra Yoko e il Natale non nasce certo dalla qualità del suo costume da Santa Claus (che sembra ricavato da avanzi di moquette bagnata), ma dalla celeberrima "Happy Xmas (war is over)", composta ed eseguita con John Lennon all'inizio degli anni Settanta. La Storia narra che per la composizione del brano John e Yoko si siano ispirati alla canzone della tradizione folk " Stewball". Io credo possiamo dire con più serenità che l'abbiano proprio allegramente copiato.

Con una sistematina qua e là, un coretto, qualche campanellino e un testo completamente diverso dall'originale, un vecchio giaccone folk è diventato una giacca rossa coi bordi di pelliccia bianca da indossare per Natale.

Ma evidentemente non finisce qui, e la canzone si rinnova ancora. Nella playlist di quaranta canzoni di Amazon Prime uscita ieri, intitolata "All is bright" (e che trovate qui ), è stata inserita anche una cover di "Happy Xmas (war is over)" interpretata da Yoko Ono con i Flaming Lips.

Natale: se non puoi sconfiggerlo, fattelo amico.

venerdì 21 novembre 2014

Diario di pressione e peso con una applicazione: Body values.

 
Tenere sotto controllo valori da monitorare in maniera costante non è mai stato così facile come in questo periodo tecnologico.
Infatti come è già capitato più volte per altre applicazioni che vi abbiamo raccontato il fatto di vivere con il telefono sempre a portata facilita i controlli e soprattutto l' archiviazione dei dati raccolti in questo caso particolare del valore della pressione massima, minima e pulsazioni.

La predisposizione fornita dalla presenza di uno spazio compilabile con le modalita' di misurazione che possono essere: luogo dove viene effettuato il controllo, stanchezza o altre variabili permette di trasferire al medico prescrittore il massimo delle informazioni utili difficilmente memorizzabili su un foglietto volante .

È possibile stilare dei grafici, anche esportabili, con i dati raccolti per giorno o mese: in aggiunta alla visualizzazione grafica indicazione del valore minimo, massimo e medio della pressione sanguigna e delle pulsazioni per l' intervallo prescelto .

L' altro parametro importante per la salute è il controllo del peso 3 sono i tipi possibili per il calcolo del valore del grasso corporeo corrispondono a sesso + IMC ,alla circonferenza, o grasso misurato col plicometro.

Anche in questo caso è possibile elaborare grafici che ci mettono a disposizione dati e valori in maniera immediata e condivisibile con il medico curante.

L' invito è di scaricarla gratuitamente dall' Apple store come strumento utile di valutazione ma senza farsi condizionare da un controllo continuo dei parametri che, come talvolta capita, può diventare ossessivo e nocivo per la salute .
Esiste anche in versione a pagamento a 3,99 che permette di esportare i dati e fare elaborazioni ulteriori salvando i dati online.
Vi invitiamo come sempre a fare le valutazioni appropriate con il controllo del vostro medico e non modificare la terapia della pressione da soli in maniera artigianale!

giovedì 20 novembre 2014

Embrace:un nuovo "orologio" per gestire e controllare l'epilessia.

Come sapete siamo appassionati di tecnologia e stiamo cercando, anche con la nostra piccola presenza online, di capire come la salute e la quotidianità delle persone possano migliorare integrando innovazione e gestione del benessere.

Ho raccontato pochi giorni fa a #goodmedia durante il Festival della scienza qualche esempio pratico di supporti chiamati wearable, cioè indossabili,  che possono o potranno aiutarci a conoscere meglio il nostro corpo e di conseguenza generare comportamenti migliori ed utili per stare in salute ed equilibrio.
Quello che vi segnaliamo oggi è stato presentato ufficialmente nelle ultime ore e rappresenta secondo me l' esempio pratico di come la quotidianità nei prossimi anni cambierà per pazienti e familiari grazie alla tecnologia.

Il team italiano di Empatica che ho conosciuto nel 2013  in occasione di un evento dedicato alla salute l'ux conference, ha dopo anni di sperimentazione prodotto uno strumento, perché chiamarlo orologio è sicuramente riduttivo, che oltre ai classici parametri rilevati dai sistemi indossabili in commercio riesce a mettere in relazione i segnali del corpo legati all' epilessia.

La sudorazione, lo stress e la loro percezione vengono trasmessi dal sistema all'applicazione ed a chi è collegato con chi lo sta indossando.Dal video è sicuramente più semplice capirne la dinamica di funzionamento.    

Il finanziamento di questa brillante idea è possibile ora su una delle piattaforme di crowdfunding più importanti Indiegogo farà si che il prodotto nei prossimi mesi sia disponibile sul mercato rappresentando uno dei primi casi pratici di integrazione tra tecnologia e gestione di una patologia quotidiana.
 
In 2 giorni dalla partenza della richiesta di finanziamento e con oltre 30 prima di chiuderlo l'obiettivo minimo è già stato centrato a dimostrazione che l' attesa e l' interesse per questo settore sono molto grandi e la speranza è che nei prossimi mesi ci siano altri gruppi così dinamici ed evoluti, magari provenienti anche loro dall' Italia, che ci regalino altre idee utili per legare tecnologia e salute.
 

martedì 18 novembre 2014

Borragine a cosa serve, perché si usa in fitoterapia ed in cucina.


La pianta di oggi forse l'avete già assaggiata  si chiama Borrago Officinalis o Borragine e fa parte della famiglia delle Borraginacee. Si trova dalle nostre parti abitualmente.

Droga.
La droga è costituita dai fiori e dalle parti aeree secche o fresche componenti attivi sono mucillagini, tannini, olii essenziali, sali minerali, antociani nei fiori.

Proprietà.
Legate agli omega 3 e 6 ed olii essenziali e viene impiegata come depurativo e sfiammante del sistema circolatorio.E' ricca di Gla che si trova solo nel latte materno e nell' olio di Enotera.

Per cosa serve. 
Utile negli stati infiammatori e nelle dermatiti atopiche.

Quando si prende e come.
Si impiega in gocce usando la tm 10 3 volte al giorno e fa parte di molti prodotti disintossicanti o migliorativi della cute. 

Controindicazioni.
Legate alla presenza di alcaloidi che possono essere dannosi se assunti  in dosaggi alti. 

Effetti collaterali.
Non particolari, viene usato come integrazione in casi di allattamento artificiale per il Gla

Curiosità.
Veniva usato come febbrifugo degli antichi terapeuti, fa parte di molti piatti della cucina genovese come i ravioli  da sempre viene anche aggiunta alle insalate.  

lunedì 17 novembre 2014

Dischi parlanti: cos'è Music Key, come funziona.

La notizia, musicalmente parlando, è che YouTube ha deciso di lanciarsi nel mondo della musica in modo un po' più organizzato di come abbia fatto finora. Ed a pagamento.

Il nuovo servizio si chiama Music Key.

Una delle sue funzioni più utili, per quanto mi riguarda, è la possibilità di poter lanciare un video musicale su YouTube e poter continuare ad ascoltarlo anche in background, se - cioè - nel frattempo si passa ad altre app; si potranno scaricare i video, per poter ascoltare (e vedere) la musica anche offline; in più, Music Key è integrato con le funzioni dello "spotify di Google", ovvero Play Music, il servizio della grande G per lo streaming musicale. Il servizio Music Key partirà tra pochi giorni in forma di test, e presto sarà fruibile da tutti gli utenti.

In questa presentazione, c'è un video in particolare con il contatore delle visualizzazioni che corre a folle velocità verso cifre incredibili.

Si tratta di Gangnam Style, di Psy. Ad oggi siamo a oltre due miliardi.

Mi sono chiesta tante volte il perché, e non ho trovato una risposta (un po' come per il mistero irrisolto della cover di Like a virgin da parte di Suor Cristina). Sappiamo però che Gangnam è un quartiere di Seul, popolato da personaggi alla moda e un po' eccentrici. Dopo essere rimasto un mese ad arrovellarsi su come creare un video che fosse d'impatto, Psy - sotto pressione a causa delle aspettative dei suoi fan coreani - si è inventato (con l'aiuto di un coreografo) i passi del Gangnam Style, e così si è finalmente potuto girare il videoclip, che è stato caricato su YouTube nel luglio 2012.



Nel primo giorno online è stato visto più di 500.000 volte. Da quel momento, l'eco di quei primi click si è diffusa a macchia d'olio e Gangnam Style è diventato il primo video YouTube a raggiungere il miliardo di visualizzazioni.

Va da sé che le parodie di un successo del genere siano poi spuntate come funghi ovunque. E una delle più esilaranti è questa. Tutta italiana, con tanto di flash mob in Piazza Duomo.