giovedì 30 ottobre 2014

Ci vediamo al Festival della scienza per #goodtime?


Domani mattina con il panel che ci sarà all' Ospedale Galliera alle 9,45 finisce un periodo ricco di presentazioni a Genova del nostro lavoro fisico ed online.
 L'appuntamento del Festival della scienza è legato ad un  approfondi i percorsi in ospedale, prima durante e dopo l'accesso, che sono scanditi dal tempo, la cui gestione è sempre più effettuata con tecnologie digitali, che ne consentono monitoraggio ed ottimizzazione.

La conferenza, con interventi divulgativi, ne approfondirà diversi aspetti: come si sceglie col web la struttura ritenuta più adeguata (José Gonzalez Galicia), come si può rallentare grazie allo yoga nell’era digitale sarà la nostra amica  Claudia Porta a raccontarlo, come si può umanizzare il rapporto tra donne/pazienti e il sistema sanitario (Francesca Maria Montemagno).
Verranno affrontati aspetti più specifici per gestire al meglio il tempo: nel percorso nascita: dalla gravidanza al parto (Massimo Mazzella), nella gestione del pronto soccorso (Antonio Voza), nel percorso chirurgico (Laura Morando), con le applicazioni web che il Galliera rende disponibili (Marco De Benedetto).

 Infine Edoardo vi racconterà come dispositivi indossabili possano migliorare la conoscenza del nostro stato di salute.
La conferenza è gratuita potete iscrivervi qui.Potrete seguirla via twitter con l' hastag #goodtime

martedì 28 ottobre 2014

Non diamo Echinacea sotto i 12 anni: ecco perché.




Ecco perché non consigliamo Echinacea di cui vi abbiamo parlato spesso come immunostimolante sotto i 12 anni .
Vi riportiamo il link al sito dell'Ema dove trovate tutti i dettagli.
Niente di preoccupante se l'avete già usata ma per il momento riteniamo avendo altri strumenti di attenerci ai consigli di un organismo internazionale che ne certifica tra l'altro l'uso sopra ai 12 anni come strumento utile per alzare le difese immunitarie.

lunedì 27 ottobre 2014

Dischi parlanti, perché #noncefangochetenga.

Apriamo la settimana di un periodo complesso per la città e ricco di stimoli per noi in maniera lieve con la rubrica di Adele Meccariello, nostra ospite solitamente il Sabato, che ci racconta a suo modo un argomento "serio".

"Sono successe cose incredibili, in questi giorni. Cose incredibilmente brutte, intendo. Per questo, con Edoardo e Maddalena, abbiamo pensato di fermarci un po', coi dischi parlanti. Venerdì  ho visto questa foto, scattata da Maddalena, e ho sorriso, e ho pensato che potessimo ricominciare, senza tuttavia dimenticare quello che è successo e quanti ne sono rimasti colpiti (tutte le info utili a dare il nostro sostegno, sono qui ). 
Negli ultimi giorni, invece, è successa una cosa incredibile del tutto trascurabile, ma siccome ha a che vedere con la musica, ve la racconto. O almeno ci provo, perché sono senza parole e non so davvero cosa pensare. Cominciamo dal principio, cioè dal fatto che la scorsa edizione di The Voice  sia stata vinta da una monaca: suor Cristina. E fin qui, ok.
Passa il tempo, e le vendite di suor Cristina non vanno come sperato. Allora c'è un genio, qualcuno, che - durante una riunione dice - "Ma si fa a far avere successo a una cantante suora? Essere una cantante suora non basta? Deve diventare una cantante madonna?". Invece di essere punito per questa terribile battuta, qualcun altro urla "GENIO!" e in un attimo nasce l'idea di far fare a suor Cristina una cover di un brano di Madonna. No, non è andata veramente così, ma è la ricostruzione più plausibile che mi sia venuta in mente.

A quel punto, è tutto in discesa, e il brano è presto scelto: "Like a Virgin". Sì, questo qui
che nella versione di suor Cristina, con tanto di video girato sempre a Venezia - solo in location leggermente più sacre - diventa così.

La voce di suor Cristina è bellissima, ma continuo a domandarmi perché. Perché quella e non un'altra canzone. D'accordo, sicuramente perché con questa se ne parla di più (io stessa sono qui a parlarvene), ma suor Cristina lo sa? Ha provato anche solo a inserire il testo del brano in Google Translate? Se l'avesse fatto, si sarebbe accorta di frasi come "Gonna dare tutto il mio amore, ragazzo/ La mia paura sta svanendo velocemente/ Stato tutto risparmio per voi/ Perché solo l'amore può durare", e dunque si sarebbe accorta che effettivamente Google Translate non è molto affidabile, come traduttore.

 Ma forse suor Cristina era totalmente consapevole di star cantando una canzone che parla di una persona che ha scoperto l'amore per la prima volta, e ha solo deciso di dare alle parole un senso forzatamente metaforico e spirituale (che nella canzone mi pare non esserci proprio, anche a voler scomodare tutto il senso poetico che posseggo, eh).
 Resta il fatto che ha funzionato, e dunque "GENIO!" davvero a chi ha avuto questa pensata. Non sappiamo quanto tempo riuscirà a mantenere i riflettori accesi su Suor Cristina, quel che è certo è che si è parlato di lei in tutto il mondo; ne ha parlato persino la popolarissima Ellen Degeneres nel suo show, dimostrando ancora una volta che - laddove non arrivano le parole, perché io davvero questa cosa a parole non me la so spiegare - l'ironia fatta con intelligenza e classe arriva sempre."

domenica 26 ottobre 2014

Streaming del festival della scienza ? Si qui !

Infatti come successo lo scorso anno potrete seguire lo streaming del Festival della Scienza dal nostro sito.Collegandovi con questo post troverete le trasmissioni in diretta e potrete informarvi tranquillamente da casa o dall' ufficio!
Il primo evento sarà oggi  alle 16,30 con il premio Nobel  per la Fisica Serge Haroche qui trovate tutti gli altri eventi che potrete seguire fino a Lunedì alle 21.

Se quindi non riuscirete a venire a Genova con i bambini potrete almeno da oggi seguire gli incontri più interessanti e godervi l' atmosfera del Festival.
Vi consigliamo anche di dare una occhiata agli hastag #festivalscienza ed #oradiscienze che vi terranno informati su quello che succede e potrete anche partecipare alle conversazioni o porre domande ai relatori. 

Ringraziamo Telecom Italia per la possibilità di potervi far vedere il Festival da qui.

sabato 25 ottobre 2014

Cosa è Italiax10 ? Perché ci piace, perché lo trasmettiamo in streaming .



Internet funziona spesso per dare voce e spazio a persone che hanno idee e capacità ma non riescono ad arrivare al grande pubblico, perché spesso le notizie positive hanno meno risalto di quelle negative.



Il Festival della scienza  come sapete offre di per se la possibilità di sentire raccontare direttamente dalla voce degli scienziati  scoperte che magari cambieranno piccoli o grandi particolari del nostro futuro.



Italiax10 ha questo criterio ma ha di particolare che concede a 10 ricercatori 10 minuti per spiegare su cosa stanno lavorando, quali sono le loro prospettive future e magari di che tipo di aiuto hanno bisogno per proseguire nel loro sogno.





Potete vederlo qui o partecipare sui social seguendo  gli hastag  #oradiscienze e soprattutto #italiax10.Ci vediamo allora alle 21,30 nella sala del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale oppure qui sul blog .



Siamo certi che almeno 1 idea vi affascinerà !