giovedì 1 marzo 2012

Per Rossella Urru .



Anche noi aderiamo con un giorno di ritardo, dovuto all' argomento delle malattie rare che abbiamo trattato ieri, all'appello diffuso in rete per Rossella Urru, la giovace cooperante sarda rapita in Algeria tra il 22 ed il 23 Ottobre insieme con altri due colleghi spagnoli, Ainhoa Fernandez de Rincan ed Enric Gonyalons.

Crediamo che sia giusto dare il nostro piccolo apporto in modo che tutti quanti contribuiscano a far sapere all'opinione pubblica che Rossella deve tornare a casa, che deve essere liberata.

Rossella Urru, 29 anni, lavora da due anni nel campo profughi Saharawi di Rabuni, nel sud ovest dell’Algeria e coordina un progetto che è stato finanziato dalla Ue: si occupa dei rifornimenti alimentari e in particolare delle necessità vitali di donne e bambini.

Il concetto del "Blogging day" moltiplica la forza di ciascuno di ognuno cercando di fare in modo che si tratti l' argomento in maniera più vasta possibile .Tanti personaggi ne hanno parlato in appuntamenti molto visibili come è stato l' intervento di Geppi Cucciari al Festival, crediamo che sia sempre utile affrontare l' argomento in rete dove ogni blog anche piccolo come il nostro può contribuire ad attirare l' attenzione sulla sorte di Rossella che manca da casa da troppo tempo.

L’iniziativa ha già coinvolto oltre 300 blogger, definiti da Fausto Urru, sul blog dedicato a Rossella, “un coro di solidarietà e di affetto che, dalla notte tra il 22 e il 23 ottobre, diventa sempre più accorato, sempre più grande e sincero".

Gli hastag usati su twitter sono #freerossella e #freerossellaurru.
Qui trovate l' elenco dei blog aderenti.

La foto è tratta dal sito creato appositamente .

Nessun commento:

Posta un commento