lunedì 21 maggio 2012

Un weekend da leoni .




Per chi si occupa di spiegare gli avvenimenti ai bambini e ragazzi a casa e fuori, che siano genitori, nonni o insegnanti questo fine settimana si è dimostrato veramente pesante ed impegnativo.

Se quando eravamo piccoli noi l' informazione aveva steccati ben definiti da orari e mezzi, quali giornali e tv, permetteva agli adulti che ci spiegavano gli anni di piombo di non lasciarci da soli nel flusso di notizie adesso diventa veramente difficile vivere e prevenire impatti psicologici duri per i bambini esposti ad una informazione continua e spesso senza regole.

Gli avvenimenti di Brindisi sono stati sicuramente più impegnativi per noi da gestire anche perchè nessuno per ora, nemmeno gli inquirenti, è riuscito a dare una spiegazione di un evento tragico che poteva trasformarsi in una strage degli innocenti.

Il gesto probabilmente figlio della mente deviata di un adulto, l' ipotesi più accreditata al momento, rimarrà senza motivazione fino all' arresto di uno o più responsabili che ci permetterá, speriamo presto, di archiviare nella mente dei bambini questo attentato vile ed inspiegabile perchè compiuto contro una fascia di etá che l' unica cosa che deve temere è una interrogazione a scuola e niente altro.

Il terremoto percepito per fortuna solo da noi adulti in maniera chiara e precisa nella sua entitá sia la notte di Sabato che nel pomeriggio di ieri ha allentato la tensione dovuta alle bombe ma ha stabilito un' allerta diverso con un pò di rimpianto per non aver condiviso con mamma e papà per fortuna, secondo noi, la sensazione del terremoto .

L' argomento sismico giá affrontato per lo Tsunami giapponese affascina in particolare Ettore che questa mattina come prima domanda ha voluto conoscere dove fosse l' epicentro delle scosse notturne e sapere come hanno passato la notte gli sfollati che dormivano in macchina.

I contributi fotografici regalati dalla rete hanno reso meglio di tante parole il dissesto che ha fatto ancora più impressione perchè avvenuto in zone giá visitate.

Speriamo con i prossimi giorni e con la visione dei documentari sull' origine ed i motivi dei terremoti, giá visti più volte, di esorcizzare un fine settimana decisamente impegnativo per l' impatto psicologico sui bambini.

La torta che vedete in foto è stato uno dei modi usati per esorcizzare la mattinata di Sabato ed è venuta anche buona ...

Nessun commento:

Posta un commento