giovedì 14 giugno 2012

Fare il farmacista è un lavoro noioso ? Vedete voi...



Ogni tanto le giornate  particolari si percepiscono da come iniziano la mattina, ieri è stata una di quelle.

Siamo innanzitutto convinti di fare un lavoro privilegiato che ci fa stare in mezzo alla gente ed offre molte possibilita' anche creative come il nostro utilizzo di internet. Se ci leggete ogni tanto sapete ci dedichiamo al nostro lavoro con passione e  convinzione di poter trasferire qualcosa di utile in maniera anche non convenzionale .

La giornata di ieri ci ha dimostrato che bisogna essere pronti ad ogni evenienza anche  a prima vista poco " normale".

Dopo aver infatti osservato una bambina che dormiva in macchina e con una presunta scarlattina creando la farmacia drive in ci siamo dedicati agli animali.

La richiesta  di una signora da cui è partito tutto e che forse avete visto su twitter  non ci era mai capitata : "vorrei l' iniezione letale" non  destinata per fortuna ad un marito fedifrago ma ad un gabbiano sofferente sulla spiaggia !

Dopo aver avuto grosse difficoltà a farle comprendere che per fortuna non esiste una puntura che smette di far soffrire, perché  se ci fosse sarebbe uno dei farmaci più venduti .
Fatto questo abbiamo scoperto che la protezione animali è incredibilmente efficiente grazie ad una segreteria smista le chiamate a seconda di quale sia la caratteristica dell' animale da soccorrere : da compagnia o selvatico.

Nel nostro caso abbiamo trovato il cellulare di un volontario che è intervenuto a prendere l' animale per poterlo curare al meglio.

Ma non è finita mica qui! Dopo poco siamo tornati alla nostra " specialità " : i bambini.Spiegando ad una mamma  il dosaggio di un antibiotico ovviamente comprato da un collega che secondo la signora non era bene a conoscenza della somministrazione .

Non contenta ha chiesto ad una seconda farmacia che non l' ha soddisfatta perché poco chiara ed è arrivata da noi come " esperti" di piccoli pazienti.
Quando dicono che le mamme sono strane forse non hanno  tutti i torti ...

L' ultima chicca è arrivata in serata ed è " colpa" della rete  . Sentirsi dire che una ustione profonda non è guarita  in qualche giorno anche se hanno messo il dentifricio come  consigliato su internet da una idea dei rischi correlati all' automedicazione fatta consultando solo le risorse online .

Dopo una giornata di richieste veramente alternative vi terremo informati  su cosa ci capiterà  di altro  da raccontare ...

6 commenti:

  1. oooh dovreste scrivere un libro. Certo non si può dire al cliente "aspetti, aspetti, questa me la segno perchè è spaziale", però...

    in compenso, acquistando una pomata omeopatica alla calendula in una farmacia di un'ospedale mi son sentita dire dalla farmacista (aveva la spilletta) che come prima cosa in caso di piccole ustioni NON va messa l'acqua, che disidrata (...) bensì l'olio.

    E certo, facciamo una bella frittura di epitelio

    RispondiElimina
  2. Oddio. Ma quella dell' antibiotico non l' ho capita, era il medico o era la mamma il problema?

    RispondiElimina
  3. Se volete aggiungerla alle chicche qui a londra m hanni detto che in caso d lieve contusione nn si usa ne il lasonil ne il ghiaccio bensi.....un uovo sodo sbucciato ed ancira tiepido. Me lo ha detto il farmacista d zona, nn la stregona locale!!

    RispondiElimina
  4. @Dabogirl
    Ieri le abbiamo segnate al volo su Twitter e non sembravano vere a nessuno !Sulla frittura meglio di pesce...

    RispondiElimina
  5. @Mammamsterdam
    Era un mix splendido: il medico non ha dato la posologia, i due colleghi precedenti a noi hanno glissato e la mamma era un pò agitata...

    RispondiElimina
  6. @Mammainse
    grazie ! Non smettiamo mai di imparare l' uovo sodo sbucciato ancora tiepido ci mancava..Però non ne capiamo la logica se ti capita chiedila al collega !

    RispondiElimina