lunedì 11 giugno 2012

Mamma che blog: le mie impressioni .





Vi dico solo che mi sono divertita e molto !Vorrei  evitare di scrivervi le solite cose sulle "riunioni" tra genitori che si conoscono tramite la rete come Mamma che blog di Sabato a Milano.

Fondamentalmente per 2 motivi :
se eravate presenti credo  vi siate portate a casa tante chiaccherate e contatti personali  interessanti da coltivare in internet e fuori nelle prossime settimane.
se non siete riuscite a venire per qualche impedimento non voglio aumentare il "rimpianto" per esservelo perso!

Per me l' appuntamento è iniziato ancora prima quest' anno con una piacevole cena che mi ha fatto un po' impressione perchè vissuta solo tra mamme con  la presenza di qualche raro papa', per una volta senza i  bambini lasciati a Genova con Edoardo che mi hanno raggiunto solo Sabato mattina .

La formula innovativa di quest' anno è stata rappresentata dalla presenza di 4 tavoli di discussione che hanno raccolto l' attenzione delle oltre 200 mamme presenti .La possibilità di seguire in streaming la discussione o poterla rivedere con calma anche nei prossimi giorni credo sia da sfruttare dato che ogni talk mattutino  ha regalato spunti ed interazione dalla platea che avrebbero potuto proseguire ben oltre il tempo prestabilito .

Segno che gli argomenti scelti : il punto della situazione sul Mommy blogging, blog come professione, opportunità dei social media oltre il blog, grazie  agli esperti che li hanno trattati avevano colto nel segno e tenuto tutti in sala limitando la parte bella  di questi eventi :la chiaccherata "selvaggia".

Dopo aver recuperato ampiamente nella lunga pausa pranzo ed avere scoperto  tra l' altro di avere parlato con uno dei relatori il bravissimo Luigi Centanaro in occasione di Bimbi in fiera a Milano con lui in veste di cliente per i nostri prodotti per bambini, toccava a me come relatore sul  quarto argomento.


Parlare di nativi digitali ed in particolare di "Digital togheter - internet da vivere insieme " presenta sempre un  grandissimo rischio:  dire ovvietà.
Ma sarà l'incoscienza mia e delle altre relatrici  Natalia Cattelani, Anna Lo Piano, Silvia Tropea,  di aver preparato poco o nulla e la rilassatezza del  post pasto  e quello che era l' obiettivo:fornire spunti e  far nascere una chiaccherata con i presenti in sala ed online mi sembra sia stato centrato.Se volete potete seguirlo per intero qui

Watch live streaming video from fattoremamma at livestream.com



L' orgoglio di mamma è stato soddisfatto da un  dato oggettivo : per qualche minuto in un palco di sole femmine l' unico maschio"ammesso" a parlare era della nostra famiglia :Guglielmo .
In veste di nativo digitale ma soprattutto per la sua relazione su internet fatta alle elementari  ci ha tranquillizzate :i bambini cercano in rete anche come comprare i vestiti e quali siano le fonti affidabili per ricerche o notizie, non solo cose negative quindi !

Passare poi la linea ai giornalisti in erba ed al loro reportage sulla giornata è stato il testimone ideale di come la tecnologia si presti  in maniera costruttiva a far trascorrere le ore a bambini che non si conoscono aggregandoli al meglio.

Poter conoscere e chiaccherare con  un nostro conterraneo, che avevamo sentito parlare in altre occasioni legate alla rete,  come Alberto D'Ottavi creatore di Blomming progetto tra i più innovativi ci ha confermato che in queste occasioni come tanti pensano non si parla solo di pannolini ed altre delizie.
Anzi gli incontri interessanti sono sempre dietro l' angolo..

Per Paolo, Jolanda e Cecilia e tutto il team di fattore Mamma bastano i numeri per descrivere le loro capacità per  intrattenere in maniera perfetta   oltre 200 mamme  circa 70 bambini, uno dei quali il  mio Ettore "consegnato" alle 10 e visto ricomparire verso le 18 , non ci si improvvisa .
O si è capaci o non lo si è e loro lo sono stati alla grande!Tanto che ridendo gli ho proposto di passare  ormai alla formula di due giorni ...

Se usate twitter tramite l' hastag #mammacheblog potrete scoprire tante cose interessanti e che siamo stati anche a  Milanoidentificati come   spacciatori e non di  farmaci ma di qualcosa di più tipicamente genovese...
    

    

6 commenti:

  1. No ma siete fantastici. Mi avete dato un vero motivo per tornare a Genova. Che grande piacere avervi conosciuti, un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Troppo buono ! Il piacere è stato nostro un conto è sentirti via web un conto chiaccherare di persona.Ti aspettiamo presto allora !

    RispondiElimina
  3. bello conoscervi, teniamoci in contatto , Daniela

    RispondiElimina
  4. Grazie di essere venuta a commentare ed è stato un piacere conoscerti.Per il contatto sai dove trovarci, in rete e fuori !

    RispondiElimina
  5. sono contenta di averti conosciuta martedi sera all'evento svizzero, mi eri sfuggita al mammacheblog (mannaggia). complimenti per la vostra bella famiglia e a presto. ciao clara

    RispondiElimina
  6. Piacere mio ! Grazie per i complimenti e certamente ci vedremo con calma ad una prossima occasione..

    RispondiElimina