venerdì 20 luglio 2012

Farmaci e sole : l' elenco di quelli controindicati.


FARMACI E SOLE
 Vi segnaliamo con estremo piacere questa lista fornita dall' AIFA di sostanze farmacologiche che possono dare allergia in caso di utilizzo abbinato all'esposizione  ai raggi solari .
Vi consigliamo anche di consultare sempre il foglietto illustrativo per accertarvi di quali possano essere le controindicazioni legate ai farmaci che state per assumere .

"Alcuni principi attivi, se utilizzati in condizioni climatiche caratterizzate da alte temperature,
possono provocare o potenziare sintomi connessi all’ipertermia.

 Per alcuni farmaci, l’interazione con il caldo ambientale risulta dall’azione diretta
del farmaco ed è quindi strettamente correlata all’effetto terapeutico;
 per altre sostanze, l’interazione negativa con le alte temperature risulta da
effetti farmacologici indiretti.

1. Alcuni farmaci possono causare reazioni da fotosensibilizzazione a seguito dell’esposizione al
sole.
Controllate  attentamente le istruzioni in caso di assunzione di:

A  antibiotici :Tetracicline, Chinolonici, Sulfamidici

 Tetracicline: Doxiciclina ciclato.

Chinolonici: Lomefloxacina cloridrato, Levofloxacina, Ciprofloxacina cloridrato monoidrato, Enoxacina, Norfloxacina, Pefloxacina mesilato, Ofloxacina,
Rufloxacina cloridrato, Moxifloxacina cloridrato.

 Sulfamidici:  Trimetoprim e Cotrimoxazolo


B  Pillola contraccettiva orale contenente : Etinilestradiolo/Drospirenone,
Etinilestradiolo/Gestodene, Estradiolo Valerato/Dienogest,
Etinilestradiolo/Levonorgestrel, Etinilestradiolo/Norelgestromina,
Clormadinone Acetato/Etinilestradiol, Desogestrel,
Etinilestradiolo/Desogestrel

C  Antistaminico Prometazina : Farganesse (uso sistemico). Reactifargan,
 Prometazina Dynacren, Fenazil (uso topico).

D Farmaci antiinfiammatori non steroidei detti Fans contenenti il principio attivo Ketoprofene:
Alket, Artrosilene, Dolgosin Euketos Fastum, Flexen, Ibifen, Isofenal, Keplat,
 Ketartrium, Ketofarm, Ketodol, Ketoplus,
 Ketoprofene Almus, Ketoprofene Doc Generici, Ketoprofene
Eurogenerici, Ketoprofene Sandoz, Ketoprofene Teva,
Ketoprofene Union Health, Ketoselect, Ketum, Lasoartro,
Lasonil, Liotondol, Meprofen, Oki, Orudis, Reuprofen.



2. Evitate l’esposizione al sole dopo l’applicazione di gel/cerotti a base di Ketoprofene (fino a due
settimane dopo il trattamento) o creme a base di prometazina, queste ultime spesso utilizzate per
le punture di insetti o allergie cutanee; in caso lava accuratamente la zona interessata, in modo da

evitare la comparsa di macchie o, peggio, vere e proprie ustioni. Per tutti gli altri medicinali in
forma di gel/crema verificane la compatibilità con l’esposizione al sole.

Fai attenzione se stai usando farmaci a base di Ketoprofene
Il ketoprofene è un farmaco antinfiammatorio non steroideo usato per il
trattamento del dolore e delle condizioni di natura infiammatoria.

Il suo uso non è esente da effetti indesiderati che riguardano soprattutto la
cute e sono principalmente dovuti a fenomeni di fotosensibilizzazione.
Questo tipo di reazioni è più comunemente riportato con le formulazioni
topiche a causa della più alta concentrazione di farmaco a livello della cute.

Il ketoprofene può dare anche dermatiti da contatto di natura fotoallergica, con
lesioni polimorfe e eczematose, che dipendono dalla dose e possono estendersi
anche ad aree non irradiate.

La fotosensibilizzazione cutanea da ketoprofene è un evento atteso. Nella
scheda tecnica dei farmaci a base di ketoprofene, infatti, sono presenti delle
specifiche avvertenze. I medici ed i farmacisti devono avvisare i pazienti che
durante il trattamento e nelle due settimane successive è assolutamente
controindicato esporsi alla luce solare, comprese le  lampade abbronzanti .

3. Il caldo può provocare l’abbassamento della pressione anche in soggetti ipertesi, pertanto la
terapia dell’ipertensione arteriosa (ACE inibitori in associazione o meno con diuretici, sartani,
calcio antagonisti, diuretici, beta bloccanti, bloccanti dei recettori alfa adrenergici) e di altre
malattie cardiovascolari potrebbe richiedere un riadattamento da parte del medico/specialista nel
periodo estivo. Tieni presente che le terapie in corso non vanno mai sospese autonomamente; una
sospensione anche temporanea della terapia senza il controllo del medico può aggravare
severamente uno stato patologico. È opportuno, inoltre, effettuare un controllo più assiduo della
pressione arteriosa.

4. Intorno agli occhi, nel periodo estivo, non utilizzare prodotti che con il calore potrebbero
entrare a contatto con la superficie oculare (creme o pomate non idonee all’uso oftalmico).

5. Segnalate al medico qualsiasi malessere, anche lieve, in concomitanza con una terapia
farmacologica, perché non tutti i farmaci possono avere effetti facilmente correlabili al caldo".

Nessun commento:

Posta un commento