martedì 25 settembre 2012

Minerali si : Zinco e difese immunitarie.

Lo Zinco è un oligoelemento essenziale, coinvolto nella sintesi del DNA e dell’RNA, nella crescita, nella differenziazione e nel metabolismo cellulare e fa parte dell'insulina, e di alcune proteine ed enzimi.

La maggior parte dello zinco presente nel corpo è localizzato nei muscoli, nelle ossa e nel fegato; solo una piccola percentuale è presente nel plasma, dove si trova legato a proteine. Gli alimenti che lo contengono sono i cereali integrali, i legumi , quasi tutti i cibi di origine animale. In particolare si trova in ostriche, fagioli, noccioline, semi di zucca e di girasole, lievito e cipolle.

Una sua carenza condiziona pesantemente lo sviluppo corporeo, l'aumento di peso, il funzionamento della vista notturna, dell’olfatto, del tatto, della memoria e dell’apprendimento, diminuisce la spermatogenesi e le difese immunitarie .Uno studio clinico ha osservato che, in seguito all’integrazione di zinco per un anno in soggetti anziani, l’incidenza del raffreddore, dell’Herpes e dell’influenza è risultata diminuita .

Recentemente si sono dimostrati gli effetti antinfiammatori ed antiossidanti dello zinco .
Un altro studio clinico americano della durata di 10 anni ha dimostrato che l’integrazione di questo elemento, proprio per le sue proprietà antiossidanti, è utile nel trattamento della degenerazione maculare, dimostrando una diminuzione della progressione di questa malattia e della prevenzione della cecità .

L’integrazione di zinco in bambini nei paesi in via di sviluppo è associata ad effetti benefici nella crescita ed ad una riduzione notevole della durata ed entità della diarrea, della polmonite e quindi della mortalità .
Uno squilibrio nella concentrazione di zinco nell’organismo può aumentare il rischio della progressione del diabete .
La sua integrazione in soggetti affetti da questa malattia così diffusa può dare benefici aiutando a stabilizzarne i valori .

Nell' organismo è presente in quantità pari a 2 grammi concentrato nei muscoli è anche reperibile in pelle, ossa, retina prostata ed altri organi interni .
Non si somministra oltre i 150 mg giornalieri.Si trova abbinato ad Echinacea , Propoli Acerola  e Rosa Canina   in molti prodotti utilizzati specialmente in questo periodo autunnale per innalzare le difese immunitarie .

Lo zinco generalmente non è tossico, anche se la sua integrazione ad alti dosaggi o in seguito ad un uso prolungato converte gli effetti benefici in effetti che si evidenziano durante la sua carenza .

L’ossido di zinco è ampiamente utilizzato come filtro fisico nei solari, soprattutto in quei soggetti con una pelle sensibile. Studi recenti, infine, hanno osservato che minerali con effetti antiossidanti come lo zinco proteggono la pelle dai danni causati dai raggi solari

2 commenti:

  1. mi avete letto nel pensiero!!! Ho già preso il raffreddore (sigh) e pensavo di prendere un integratore che aiuti le mie difese immunitarie!

    RispondiElimina
  2. Bene Alessia così sai perchè sceglierne anche uno con lo Zinco!

    RispondiElimina